SCOIATTOLO COMUNE

    NOME SCIENTIFICO: Sciurus vulgaris
    DISTRIBUZIONE: Presente in Eurasia, giungendo sino alla Corea e al Giappone, in Italia, dove è presente in gran parte del territorio tranne nella pianura padana e nelle isole; in Piemonte è in netto declino in quanto soppiantato dalla presenza dello scoiattolo grigio
    HABITAT: Foreste di conifere e latifoglie
    CLASSE: Mammalia
    ORDINE: Rodentia
    FAMIGLIA: Sciuridae
    GENERE: Sciurus
    SPECIE: S. vulgaris
    DIMENSIONI: Lunghezza 25 cm con 20-25 cm di coda, peso variabile tra i 250 e i 350 gr
    RIPRODUZIONE: Le femmine vanno in estro due volte all’anno (febbraio/marzo e giugno/luglio) don in media due gravidanze annue; la gestazione è di 38-39 gg con la nascita mediamente di 3-4 cuccioli (il massimo è di 6)
    STATO DI CONSERVAZIONE: Rischio minimo
    DESCRIZIONE:

    Lo scoiattolo comune è un roditore onnivoro che vive prevalentemente sugli alberi. Rimane attivo anche durante la stagione invernale: solo in caso di forti e prolungate nevicate si rifugia per diversi giorni in tronchi cavi. La vita media è di 3 anni, i soggetti più resistenti possono arrivare a 7 anni (in cattività vivono anche fino ai 10). Proprio a causa della sua scarsa longevità, per il suo parziale letargo e per la sua limitata capacità di adattamento è stato decimato dalla presenza dello scoiattolo grigio, che ne occupa i territori, soppiantandolo. Un deciso piano di eradicazione dello scoiattolo grigio ha permesso allo scoiattolo comune di riappropriarsi dei suoi territori in tutta l’Australia. In Italia ed in particolare in Piemonte la situazione invece è ancora molto critica.




    Ritorna agli animali