PUMA

    NOME SCIENTIFICO: Puma concolor
    DISTRIBUZIONE: America settentrionale, centrale e meridionale, dal Canada alla Patagonia
    HABITAT: Esclusa la tundra artica e i deserti veri e propri, è diffuso in ambienti molto vari come praterie, foreste boreali, temperate e tropicali, i semideserti e l’alta montagna
    CLASSE: Mammalia
    ORDINE: Carnivora
    FAMIGLIA: Felidae
    GENERE: Puma
    SPECIE: P. concolor
    DIMENSIONI: La lunghezza 110-130 cm esclusa la coda, che può essere tra i 70 e gli 80 cm; l’altezza 70 cm circa alla spalla; il peso varia tra i 50 e i 70 Kg con eccezione di alcuni maschi che raggiungono i 120 Kg
    RIPRODUZIONE: La gestazione dura circa 3 mesi e nascono da 1 a 7 cuccioli che si separano dalla madre a circa 20 mesi
    STATO DI CONSERVAZIONE: Rischio minimo
    DESCRIZIONE:

    Il puma possiede molti nomi diversi (leone di montagna, coguaro, etc.); il suo nome deriva dalla lingua amerinda quechua ed era considerato sacro dagli Aztechi e dai Maya del Messico. Anche i nativi americani lo consideravano simbolo di forza, determinazione, lealtà, ingegno e coraggio. Si tratta di un carnivoro che si nutre principalmente di ungulati, ma all’occorrenza anche di piccoli roditori, opossum, uccelli, pesci e animali domestici (cani, gatti e talvolta anche bestiame). E’ il felino con performance migliori, può compiere balzi di 13,5 m in lunghezza e 4,5 m in altezza e può correre ad una velocità di 80 Km/h. Può atterrare prede otto volte più grandi di lui: una femmina di 45 Kg è in grado di uccidere un caribù di 360 Kg!! Oltre all’Uomo, solo il lupo e l’orso sono delle minacce per questo animale.




    Ritorna agli animali