PROCIONI

    NOME SCIENTIFICO: Procyon lotor
    DISTRIBUZIONE: Originario delle Americhe, è presente nel sud del Canada, in Stati Uniti e Messico fino a Panama; è stato introdotto in Francia, Germania, regioni del Caucaso e in Giappone, con occasionali avvistamenti anche in Italia
    HABITAT: E’ presente in foreste decidue e temperate, ma, grazie alla sua grande adattabilità, è in grado di colonizzare zone montane, paludi e persino in aree urbane
    CLASSE: Mammalia
    ORDINE: Carnivora
    FAMIGLIA: Procyonidae
    GENERE: Procyon
    SPECIE: P. lotor
    DIMENSIONI: La lunghezza varia tra i 40 e i 70 cm, escludendo la folta coda; altezza al garrese tra i 20 e i 30 cm con un peso compreso tra i 2 e i 13 Kg
    RIPRODUZIONE: Gli accoppiamenti avvengono tra gennaio e marzo, la gestazione dura 63-65 giorni e nascono dai 2 ai 5 piccoli
    STATO DI CONSERVAZIONE: Rischio minimo
    DESCRIZIONE:

    E’ la specie più riconoscibile della famiglia Procyonidae per via della sua tipica mascherina nera, che tanto ricorda la maschera di un bandito. Non risulta essere un gran corridore date le sue corte zampe causa anche della sua buffa andatura; è però un buon nuotatore, può rimanere in acqua per diverse ore, dove raggiunge velocità di anche 4,8 Km/h. Il suo senso più sviluppato è il tatto ed utilizza le sue zampe per pulire il cibo in acqua. Proprio questo suo comportamento ha dato origine al nome col quale è più conosciuto, quello di “orsetto lavatore”: viene definito orsetto per via della sua andatura plantigrada. E’ onnivoro e la sua dieta consiste per il 40% di invertebrati, per il 33% di vegetali e per il 27% di vertebrati quali pesci, anfibi e piccoli roditori. In cattività questo animale può vivere fino a 15-20 anni, mentre in natura raramente superano i 3 anni.




    Ritorna agli animali