LINCE

    NOME SCIENTIFICO: Linx linx
    DISTRIBUZIONE: : Europa e Asia ; in Italia la sua presenza è ben documentata sulle Alpi Giulie, nel Parco Naturale di Abruzzo e sporadicamente sono stati fatti degli avvistamenti al Parco Naturale del Gran Paradiso (sottospecie L. linx carpathicus)
    HABITAT: Ambienti forestali non omogenei e non troppo fitti e regioni boschive con terrreni rocciosi
    CLASSE: Mammalia
    ORDINE: Carnivora
    FAMIGLIA: Felidae
    GENERE: Linx
    SPECIE: L. linx
    DIMENSIONI: Lunghezza 100-130 cm circa, altezza 60-70 cm, peso 20-30 Kgbr> RIPRODUZIONE: PSi riproducono tra dicembre e marzo, la gestazione dura 7o gg circa con la nascita da 1 a 4 piccoli
    STATO DI CONSERVAZIONE: Rischio minimo
    DESCRIZIONE:

    Si nutre di animali di piccole e medie dimensioni come lepri, conigli, volpi, uccelli ed invertebrati. Raramente attacca animali più grandi come cervidi. Cacciatrice crepuscolare e notturna, la lince attende pazientemente la sua preda per poi aggredirla con un balzo fulmineo. Grazie alla sua struttura può compiere balzi di 2,5 m di altezza e spesso predilige attacchi dall’alto. Il suo senso più sviluppato è l’udito, molto utilizzato per la ricerca di cibo: riesce ad individuare senza difficoltà piccoli roditori che camminano sotto la coltre nevosa! Perseguitata dall’uomo a causa della sua presunta pericolosità, la lince risulta difficile da avvistare per via della sua elusività. Un esemplare ha un territorio di caccia di circa 200-400 m2. La vita media è di 10-15 anni.




    Ritorna agli animali